Amir Arison lascia la serie NBC, esce anche Laura Sohn – Scadenza

ESCLUSIVO: La lista nera sta dicendo addio a due personaggi abituali della serie, tra cui uno dei membri più longevi del cast del drama della NBC, Emiro Arison. L’attore, che ha interpretato Aram Mojtabi nelle ultime nove stagioni, se ne andrà mentre si prepara a fare il suo debutto a Broadway quest’estate nel ruolo da protagonista di Amir in Il cacciatore di aquiloni.

Anche in partenza lo è Laura Sohn, che ha interpretato l’agente dell’FBI Alina Park nelle ultime tre stagioni. Le uscite di entrambi i personaggi sono state rivelate alla fine del finale della nona stagione di stasera.

La lista nera – Amir Arison nel ruolo di Aram Mojtabai
Foto di: Will Hart /NBC

Mentre Arison se ne va come una serie regolare, la porta rimane aperta per lui per fare apparizioni come ospite nella stagione 10. La sua partenza arriva un anno dopo un altro importante Lista nera uscita dal cast nel finale della stagione 8, quando la protagonista femminile originale Megan Boone ha firmato.

“Sono stato così onorato di interpretare Aram Mojtabai per 9 anni dopo La lista nera,” Arison ha detto in una dichiarazione a Deadline. “Non mi è sfuggito quanto sono fortunato ad aver potuto lavorare ed evolvermi con un ruolo per 9 anni con questo cast, troupe, sceneggiatori e produttori straordinari. Non potevo perdere l’opportunità, tuttavia, di realizzare il sogno d’infanzia di essere a Broadway a recitare in “Amir”. Il cacciatore di aquiloni con un adattamento teatrale che è allo stesso tempo mozzafiato e tempestivo. I produttori, lo studio e la rete sono stati così favorevoli alla mia decisione e Aram rimane “vivo” con il potenziale per un possibile ritorno ad un certo punto. Dal punto di vista della storia, è così organico con gli eventi della scorsa stagione fare questo passo e non avrei potuto chiedere un risultato migliore.

Amir Arison nel ruolo di Aram Mojtabai
NBC

AVVISO SPOILER: Oltre questo punto, ci sono dettagli sul finale della nona stagione di La lista nera.

Nel finale (maggiori dettagli su quello più avanti), Aram ha annunciato che si sta prendendo una pausa e prevede di “forse [catch] uno spettacolo di Broadway” mentre fa un passo indietro dopo un intenso atto narrativo culminato nel recente episodio “The Bear Mask”, che ha evidenziato l’importanza della salute mentale.

Arison si unì La lista nera come ricorrente nella stagione 1 ed è stato promosso a serie regolare nella stagione 2. Era uno dei quattro personaggi abituali della serie della nona stagione che erano stati nello show dalla prima stagione, insieme alla star James Spader e a Diego Klattenhoff, Harry Lennix e Hisham Tawfiq .

“Amir è stato una parte importante di La lista nera famiglia”, ha dichiarato il produttore esecutivo/showrunner John Eisendrath in una dichiarazione a Deadline. “E’ un grande attore e una persona ancora migliore. Gli auguriamo ogni bene e speriamo che possa tornare a riprendere il ruolo per alcuni episodi molto speciali il prossimo anno”.

Laura Sohn nel ruolo di Alina Park
Will Hart/NBC

Sohn si è unito La lista nera nella stagione 7 come ricorrente ed è stata promossa a serie regolare a partire dalla stagione 8. Sta lasciando la serie per perseguire altri progetti.

Il finale della nona stagione di stasera si apre con Harold (Lennix), Dembe (Tawfiq), Red (Spader) e Alina (Sohn) alla ricerca di Marvin (Fisher Stevens), che viene poi scoperto su un jet privato in partenza per Cuba. Marvin viene preso in custodia e presenta un accordo a Cynthia (Deirdre Lovejoy) per sostituire Red nella Task Force e farlo arrestare. Marvin dice a Cynthia che avvierà una nuova task force e fornirà un flusso costante di criminali alla giustizia. Red in seguito minaccia di uccidere Marvin, che ha orchestrato l’omicidio di Elizabeth Keen, ma Marvin finisce per togliersi la vita, sparandosi a morte in un’auto dopo essere stato rilasciato dalla custodia.

(LR) Diego Klattenhoff come Donald Ressler, Harry Lennix come Harold Cooper, Laura Sohn come Alina Park, Hisham Tawfiq come Dembe Zuma, Amir Arison come Aram Mojtabai
Virginia Sherwood/NBC

Alla fine dell’episodio, con Marvin ora morto, Cooper scagionato dalle accuse in relazione alla morte di Doug Koster e la Reddington Task Force pronta a continuare, la squadra si riunisce presso la tomba di Liz per celebrare il terzo anniversario della sua morte. Mentre commemora Liz al cimitero, Aram annuncia alla squadra che ha deciso di prendersi un po’ di tempo.

“Sono passati tre anni da quando abbiamo perso Elizabeth. In un certo senso, è diventato più facile. Ma nella maggior parte dei casi, fa ancora male”, dice Aram. “Ecco la mia speranza di farlo senza piangere… E questa parte non sarà più facile. Dopo molte attente riflessioni, ho deciso di prendermi un po’ di tempo. Non so per quanto tempo, ma so… via.

Continua: “Il mio piano non è un piano. Ho trovato un posto fantastico a Brooklyn. Andrò lassù e tu sai andare in bicicletta, fare New York, mangiare un sacco di pizza, guardare la gente, forse uno spettacolo di Broadway. Ad ogni modo, so che siamo qui per parlare di Elizabeth, ma volevo dirvelo ragazzi.

L’Alina di Sohn annuncia anche alla squadra in una delle scene finali di essere incinta e, dopo un appuntamento con il neurologo del Bureau, dice loro che è probabile che sia la causa dei mal di testa che sta vivendo e che sono peggiorati di recente, ma fino a quando la causa non sarà nota di sicuro, ha deciso di prendere un congedo medico.

Nella scena finale, vediamo Chin Han riprendere il ruolo di Wujing, uno dei primissimi Blacklisters della prima stagione, scappare di prigione, dopo aver appreso da Marvin che Red è in realtà un informatore dell’FBI responsabile della sua prigionia. Wujing, ora libero, invece di tornare a casa, punta a uccidere Red, ma non lo farà da solo. Ha un elenco fornito da Gerard di altri Blacklisters che può reclutare per affrontare Reddington, ponendo le basi per la stagione 10.

La lista nera è prodotto da Sony Pictures Television Studios e Universal Television, una divisione di Universal Studio Group. Eisendrath, il creatore della serie Jon Bokenkamp, ​​John Davis e John Fox di Davis Entertainment, Spader, Lukas Reiter, Laura A. Benson, Daniel Cerone, Sean Hennen, Allison Glock-Cooper e T Cooper sono i produttori esecutivi.

Arison conduce e narra Il cacciatore di aquiloni, basato sul romanzo bestseller del NYT, una storia inquietante di amicizia che abbraccia culture e continenti. Ambientato in Afghanistan, è incentrato sul viaggio di un uomo mentre affronta il suo passato e trova la redenzione. Dopo una corsa nel West End, lo spettacolo inizierà il 6 luglio per un periodo limitato fino al 30 ottobre, con la serata di apertura fissata per il 21 luglio.

In TV, Arison è apparso di recente anche nella serie limitata di Hulu L’abbandono con Amanda Seyfried. I suoi altri crediti televisivi includono apparizioni ricorrenti e come ospite in programmi tra cui Law & Order: SVU, American Horror Story, Ramy, Billions, Bull, Homeland e Ragazze. Per quanto riguarda il cinema, ha recentemente recitato nel dramma indipendente 20 settimane.

Arison sta attualmente dirigendo una docuserie sul lavoro con Tatianna Bernard, una sopravvissuta al cancro di 8 anni, sulla realizzazione della sfilata di moda di Tati e sul suo impatto sulla sua salute e sulla sua vita familiare. Ha ricevuto il premio Mendez dal MIFF, assegnato a un individuo nell’industria dell’intrattenimento che usa la loro piattaforma per restituire, e ha anche recentemente ricevuto il premio SJFF Pomegranate Lifetime Achievement Award.

Sohn ha anche recitato in NCIS: New Orleans, Dio mi ha aiutato e Istinto.

Arison è rappresentato da Sweet 180 e Meyer e Downs.

Leave a Reply

Your email address will not be published.