Entertainment

Brad Pitt ha accusato Angelina Jolie di aver intenzione di “danneggiare” nella vendita di vigneti: causa

Written by admin

  • Brad Pitt ha intentato una nuova causa contro l’ex moglie Angelina Jolie per la vendita della sua partecipazione nel loro vigneto in comproprietà.
  • Lo scorso ottobre, la Jolie avrebbe venduto la sua partecipazione all’oligarca russo Yuri Shefler, proprietario del marchio di vodka Stoli.
  • Stoli, che è stato ribattezzato Stolichnaya, è stato precedentemente boicottato per protestare contro la guerra in Ucraina.

Brad Pitt ha accusato la sua ex moglie Angelina Jolie di aver cercato di “infliggere danni” dopo aver venduto la sua partecipazione nella vigna francese della loro coppia a un oligarca russo, secondo una nuova causa.

La scorsa settimana, Pitt ha presentato una denuncia modificata contro la sua ex moglie, a seguito della sua causa iniziale di febbraio per aver venduto la sua partecipazione nel loro vigneto in comproprietà, Château Miraval, a una filiale del marchio di vodka Stoli, di proprietà dell’oligarca russo Yuri Shefler, senza la conoscenza del suo ex marito.

Nella successiva causa intentata a Los Angeles il 3 giugno 2022, Pitt ha fatto eco alle sue precedenti affermazioni dalla denuncia di febbraio, sostenendo che Jolie “ha perseguito e poi consumato la presunta vendita in segreto, tenendo di proposito Pitt all’oscuro e violando consapevolmente il diritti contrattuali”.

Effettuando la presunta vendita della sua partecipazione a Tenute del Mondo, una controllata di Stoli controllata da Shefler, lo scorso ottobre, la causa ha accusato la Jolie di cercare “di sequestrare profitti che non aveva guadagnato e ritorni su un investimento che non ha fatto” e ” per infliggere danni a Pitt”, secondo la causa di 54 pagine ottenuta da Insider.

“Jolie sapeva e intendeva che Shefler e i suoi affiliati avrebbero cercato di controllare l’attività che Pitt aveva costruito e di minare l’investimento di Pitt in Miraval”, ha continuato la causa. “E proprio come aveva immaginato Jolie, questo è esattamente ciò che Shefler ha fatto.”

Pitt ha continuato invocando l’invasione non provocata della Russia dell’Ucraina, affermando che le “relazioni e la reputazione” di Shefler come miliardario di origine russa fondatore del marchio di vodka Stoli potrebbero rappresentare un rischio commerciale per Miraval.

“Dall’invasione dell’Ucraina da parte della Russia nel febbraio 2022, l’assicuratore di Miraval ha cercato assicurazioni che Shefler non sia allineato con Putin e che l’affiliazione con Stoli non creerebbe rischi commerciali”, si legge nella causa. “Questa indagine non è una sorpresa; sulla scia dell’invasione russa, lo scarto delle bottiglie di Stolichnaya vodka, il prodotto simbolo di Stoli, è diventato un segno di solidarietà con l’Ucraina e il boicottaggio dei prodotti affiliati a Stoli si è diffuso”.

“I distributori a lungo termine del business del vino hanno espresso preoccupazione per i legami di Miraval con Shefler e hanno messo in dubbio il loro continuo impegno a distribuire Miraval rosé”, secondo la causa. “E un progetto di difesa delle sanzioni lanciato di recente, sviluppato e sponsorizzato dal governo ucraino in risposta all’aggressione russa, ha pubblicamente chiesto di sanzionare Shefler”.

A marzo, Shefler rinominato Vodka Stoli, precedentemente nota come Stolichnaya vodka, come “risposta diretta all’invasione russa dell’Ucraina”. Shefler ha anche affermato di essere stato esiliato dalla Russia dal 2000 dopo che il presidente russo Vladimir Putin ha tentato di “strappare il controllo” del marchio di vodka.

Oltre ai legami russi di Shefler, la causa di Pitt menziona anche che la reputazione del loro vigneto è stata messa in pericolo a causa della “notorietà” del magnate russo, che secondo lui è stata acquisita attraverso “tattiche commerciali spietate e associazioni professionali dubbie”.

“In violazione dell’accordo delle parti, Jolie ha cercato di costringere Pitt a collaborare con uno sconosciuto, e peggio ancora, uno sconosciuto con associazioni e intenzioni velenose”, ha affermato la causa.

Un rappresentante di Pitt ha rifiutato di commentare. I rappresentanti di Tenute del Mondo e Jolie non hanno immediatamente risposto alla richiesta di commento di Insider.

About the author

admin

Leave a Comment