Cose che mia sorella ha detto mentre guardava i White Sox perdere di nuovo

Le chiacchiere che circondano i White Sox sono straordinariamente cariche di sventura. In una certa misura, è naturale per qualsiasi squadra destinato a finire vicino alla vetta della classifica ed è invece bloccato a 0,500 a un quarto della stagione. I White Sox sono riusciti a sottoperformare e sovraperformare contemporaneamente le aspettative, il loro record non è stato all’altezza di ciò che il team offre sulla carta e allo stesso tempo ha superato comodamente il loro differenziale di -42 run. Una mediocrità perfetta, aggravante.

Il baseball raramente promette eventi – fa il contrario, in realtà, solo guardando quanto spesso i battitori entrano in base – ma una buona squadra di baseball, o un buon giocatore, te lo fa credere comunque. Sai, la parte basata sulle vibrazioni della valutazione delle prestazioni. Ad esempio, Tim Anderson possiede così tanta abilità narrativa che la Terra ricalibra ogni volta fra poco per farne il protagonista. Da partita a partita, questa è una delle tante cose che i White Sox non sono riuscite a mostrare costantemente in questa stagione: la promessa che possono far succedere qualcosa.

L’ultima partita della loro serie casalinga contro il Boston giovedì sera ha chiarito questo punto. Dallas Keuchel, che finora non ha avuto un grande 2022, ha rinunciato a tre punti nel primo inning e poi ad altri tre nel secondo per trascinare la sua ERA fino a 7,88 nella stagione. Se la partita fosse stata uno scoppio potrebbe essere stato più facile cancellare, ma poi Andrew Vaughn ha segnato un doppio da tre punti che ha eliminato le basi senza nessuno eliminato nel terzo. Alla fine del quinto, i White Sox erano sotto un 7-5 molto superabile, grazie a un homer da due punti di Vaughn, che potrebbe essere solo un buon giocatore di baseball. Per un momento, solo un momento, la squadra è stata a una distanza impressionante.

Non è durato! Il gioco è uscito dai binari nell’ottavo posto quando i Red Sox hanno costruito un vantaggio di 14-5 che i quattro passi diretti dei White Sox non potevano compensare. L’infielder Josh Harrison è uscito per lanciare in cima al nono e ha lanciato, secondo Statcast, uno slider, un cambio e una palla curva. I Red Sox hanno vinto, 16-7, quando la partita zoppicava a gambe levate per superare le quattro ore.

Questa è, ovviamente, una versione del gioco. L’ho visto per la maggior parte con mia sorella maggiore, una fan del basket a cui non importa affatto del baseball, che stava lavorando a un puzzle. Questo è quello che aveva da dire.

All’inizio: “Wow, [the commentators] suona così rilassato.”

In vari punti del gioco: “Mi piace come parlano del tempo” e “Passano una quantità impressionante di tempo a parlare del tempo”, ecc.

Dopo Jason Benetti ha usato la frase “da dove è venuto”: “’Da dove è venuto’! Bella frase.”

Dopo il jingle di Nationwide (cantando): “Nationwide è dalla tua parte”. Pochi istanti dopo: “Nationwide è bloccato nella mia testa”.

Materiale bonus dall’ora della partita dei Phillies che abbiamo visto in anticipo: “Bryce Harper suona come un nome che ho già sentito”.

Qual è il cibo da asporto qui? Buona domanda! Tendo al doomerismo abbastanza spesso, ma credo anche fermamente nella mediazione dell’estrema negatività in modo che porti gioia (vedi: Pat Beverley), non sofferenza. Nel contesto ispiratore di ottimismo di “Bryce Harper suona come un nome che ho sentito prima”: Rallegrati! I White Sox sono cattivi; dare il via alla festa di commiserazione. Allo stesso tempo, conserva i momenti di una prossima rimonta che si verificano in questa fase della stagione in cui anche le partite più esasperante possono ancora essere piacevolmente filtrate attraverso chiacchiere inutili e hobby rilassanti. I White Sox dovrebbero davvero essere migliori, e non lo dico in un senso sconfitto e rimprovero. Piuttosto, penso che ci si aspetti un miglioramento una volta che riavranno Lance Lynn, o Luis Robert, o Eloy Jiménez, o quando Dylan Cesserà Si spera che ERA finisca per allinearsi con la sua xERA e FIPo quando l’offesa ricorda come si cammina, qualunque sia l’immagine più ampia di guardare qualcuno salire a battere e credere che otterrà un colpo.

In altre parole, ecco un tweet vecchio di due settimane del commentatore dei White Sox Steve Stone riguardo allo stato di distruzione dei White Sox:

“Poi ovviamente ce ne sono pochi/altri.” Poesia. Parole per vivere. Fai attenzione: non morderti la testa mentre esci.

Leave a Reply

Your email address will not be published.