Deandre Ayton probabilmente si trasferirà quest’estate. Quanto bene si adatterebbe ai pistoni?

Quale squadra lo farà Deandre Ayton giocare per la prossima stagione?

Questa è una domanda che ha guadagnato più credito nelle ultime settimane e che suggerisce quale dovrebbe essere la trama più interessante in questa bassa stagione. L’omone di 24 anni dei Suns, che era la scelta numero 1 nel 2018, entra in regime di limited free agency quest’estate dopo Fenice flop nella postseason. Le voci continuano ad intensificarsi su Ayton e sul suo rapporto con l’organizzazione che lo ha arruolato. Analizzeremo questo di seguito, ma le fonti dicono L’Atletico che è “più probabile che no” che Ayton giochi in un posto diverso da Phoenix la prossima stagione.

Una di quelle destinazioni potrebbe essere Detroit, dove si sta ricostruindo pistoni entra in free agency con molto spazio per il cap, un giocatore in franchising Cade Cunningham e una delle fiches commerciali più ottenibili e attraenti della lega Gerami Grant. I Pistons dovrebbero fare la loro due diligence e fare una corsa ad Ayton, secondo fonti. Tuttavia, la misura in cui Detroit è disposta ad arrivare per ottenere i suoi servizi è oscura.

Con la saga di Ayton che sicuramente dominerà la bassa stagione una volta che il NBA Concludono le finali, L’Atletico John Hollinger, un ex dirigente della NBA, e James L. Edwards III (scrittore di Pistons beat) discutono di Ayton, della probabile fine del suo tempo a Phoenix, se Detroit ha senso come destinazione e se i Pistons dovere fare tutto il possibile per sbarcare Ayton.

(NdR: la conversazione è stata modificata sia per chiarezza che per lunghezza)

Edwards: Data la persistente disfunzione tra Deandre Ayton e i Suns, la convinzione del consenso è in linea con quello che ho sentito e sembra che giocherà per un’altra squadra la prossima stagione. Quanto sei sicuro che il suo tempo a Phoenix sia giunto al termine?

Hollinger: Ero scettico fino a quando non ho iniziato a parlare con poche altre persone di recente. Ora, penso che sia più probabile che non sia in una nuova destinazione la prossima stagione, soprattutto se i Suns possono elaborare un segno e scambio che riporti un certo valore. Per qualsiasi motivo, non penso che Phoenix sia del tutto a suo agio nell’andare avanti con lui su un affare di grandi dimensioni, e penso che Ayton potrebbe essere d’accordo ad andare da qualche altra parte se può avere un ruolo offensivo più grande.

Edwards: Gli scontri tra Ayton e l’allenatore dei Suns Monty Williams sono là fuori. Ci sono anche voci secondo cui Ayton non dorme molto perché è sveglio a giocare ai videogiochi tutta la notte. Credi che le squadre siano più riluttanti ora sia a massimizzarlo che ad acquisirlo di quanto lo fossero, diciamo, sei mesi fa? O queste preoccupazioni sono un po’ esagerate?

Hollinger: Finché gioca a Strat-O-Matic Basketball non vedo quale sia il problema. In tutta serietà, penso che le domande che ogni squadra si pone siano una versione di “Cosa non sappiamo? Perché Phoenix è riluttante a pagarlo? Robert Sarver è solo Robert Sarver o c’è qualcos’altro che sta succedendo qui?” Non vedo una ragione specifica per cui il suo valore sia al di là delle domande che ogni front office chiederà su ciò che ha spento i Suns.

Ayton ha avuto una buona stagione e sarà uno dei migliori free agent sul mercato. Le ultime due post-stagioni hanno dimostrato che può reggere in una partita di alto livello e non essere giocato da terra.

Edwards: Come accennato in precedenza, credo che i Pistons faranno la loro due diligence su Ayton e, se il prezzo è giusto, saranno in corsa per ottenere i suoi servizi. Tuttavia, non ho la sensazione che romperanno la banca per lui. In apparenza, ti piace l’adattamento di Ayton ai Pistons? C’è un’altra squadra in cui pensi che si adatterebbe meglio?

Hollinger: Mi piace la vestibilità. Innanzitutto, i Pistons sono in una posizione in cui hanno bisogno di talenti di alto livello di qualsiasi genere per competere ad alto livello. Cade Cunningham fa parte di quella soluzione e la quinta scelta potrebbe segnare un altro giocatore di quel livello, ma Detroit è ancora nella fase in cui l’acquisizione di talenti conta più che in forma.

Il problema che vedo per Detroit è che probabilmente costerà loro qualcosa da fare perché Ayton è un free agent limitato. Anche se Phoenix è riluttante a riportarlo indietro, i Suns stanno meglio abbinando un foglio di offerte piuttosto che lasciarlo partire per niente. D’altra parte, un ritorno in un segno e commercio potrebbe rimodellare il loro elenco in un modo che li mantenga al di sotto della soglia delle tasse di lusso e consenta loro ancora di competere l’anno prossimo. Non ci vuole uno scienziato missilistico per tracciare una linea passante per Jeram Grant qui.

Se non i Pistons, gli altri due attacchi forti che vedo per Ayton sono a Portland e San Antonio. Portland, ancora una volta, sarebbe quasi certamente attraverso un segno e scambio data l’attuale situazione del cap dei Blazers; gli Spurs hanno la possibilità di firmare Ayton a titolo definitivo, ma un segno e un commercio – per, diciamo, Jakob Poeltl e Keldon Johnson – sembrerebbe un finale più probabile.

Edwards: Come hai detto, Detroit può inseguire Ayton con il libero arbitrio limitato, ma un segno e commercio che coinvolga Jeram Grant sembra una strada che potrebbe avvantaggiare entrambe le parti. Se Ayton lascia Phoenix, sei sicuro che sia tramite sign-and-trade? Ti piace il fit con Grant on the Suns?

Hollinger: Sì, i Suns sono quasi certi di perseguire un sign-and-trade se Ayton se ne va perché semplicemente non hanno mezzi per sostituirlo altrimenti. Possono ritirare solo $ 18,9 milioni e Grant guadagna $ 20,9 milioni, ma questa parte è facilmente risolvibile con l’aggiunta di piccoli contratti da Phoenix.

Il più grande vantaggio per Detroit è la possibilità di fare uno scambio come questo e anche essere un giocatore nel resto della free agency. Potrebbero prendere le opzioni su Frank Jackson, Luka Garza e Carsen Edwards, spendere circa 25 milioni di dollari in free agency e poi, quando avranno finito di fare acquisti, operare come una squadra “sopra il limite” e condurre un segno e- scambia l’invio di Grant, Jackson, Garza ed Edwards per Ayton e Torrey Craig.

Per quanto riguarda l’adattamento di Grant con i Suns… mi piace fino a un certo punto. Non penso che sia bravo come Ayton, ma Phoenix ha un buco nel suo roster in cui la mancanza di grandi ali è un problema, e l’abbiamo visto soprattutto nella serie di Dallas. Penso che Grant sia effettivamente diventato abbastanza sopravvalutato, ma se è disposto a essere la quarta opzione in una squadra d’élite potrebbe adattarsi bene al roster di Phoenix e darebbe loro un valido 5 a palla piccola nei matchup dei playoff che gli sono mancati l’ultimo due anni.

Edwards: Ultima cosa: sono nella barca che i Pistons, pur avendo una buona quantità di spazio sul tappo, non hanno bisogno di usarlo tutto in free agency quest’estate. Questa classe lo è bla. Jalen Brunson sembra essere andata a New York o essere rimasta a Dallas. Zach LaVine non verrà ai Pistons. Non vedo Detroit perseguire Miles Bridges dato il prezzo che probabilmente comanderà. Il verdetto è fuori su Ayton. Ho adorato il modo in cui Isaiah Stewart ha concluso la stagione. Saddiq Bey è già bravo. Cade Cunningham è il volto. Una delle prime cinque scelte sta arrivando.

Immagino che la mia domanda per te sia, pensi che i Pistons dovrebbero sentirsi sotto pressione per fare una grande mossa questo estate, come acquisire Ayton? Penso che la pressione per girare davvero una curva sia lontana un anno, personalmente.

Hollinger: Sono d’accordo con te sulla questione dei tempi. La grande spinta di Detroit in classifica arriverà probabilmente tra un anno, quando il gruppo Cunningham-Bey-Stewart avrà un altro anno insieme, la quinta scelta nel 2022 ha un anno intero alle spalle e i Pistons saranno seduti su un enorme tesoro di spazio del cappuccio.

D’altra parte, non vedo come trasformare Grant in Ayton danneggi nessuno di questi approcci, tranne nella misura in cui porta a una scelta peggiore del primo round del 2023. Grant ha un contratto in scadenza, il suo valore non sarà mai più alto e vorrà uno stipendio che potrebbe essere un po’ fuori linea con la sua posizione attuale in campionato. La situazione del limite di Detroit è così pulita che un’acquisizione del salario massimo quest’anno non impedirebbe loro di farlo di nuovo l’anno prossimo; Cunningham è l’unico giocatore garantito più di $ 10 milioni nel 2023-24.

Data la difficoltà, in generale, di portare giocatori di spicco a Detroit in free agency e la rarità di buoni giovani giocatori di qualsiasi genere che diventino free agent, penso che sia opportuno che i Pistons esplorino tutte le loro opzioni su Ayton . Hai ragione sul fatto che non lo fanno dovere fallo, e ci dovrebbe essere un prezzo nei colloqui di firma e commercio in cui sono disposti ad andarsene. Detto questo, questa opportunità non si ripresenterà necessariamente nell’orizzonte dei prossimi due o tre anni.

(Credito fotografico principale Deandre Ayton e Isaia Stewart: Mark J. Rebilas-USA TODAY Sports)

Leave a Reply

Your email address will not be published.