Iga Swiatek regna di nuovo agli Open di Francia dopo aver messo da parte Coco Gauff | Open di Francia 2022

Iga Swiatek è arrivata agli Open di Francia come favorita per vincere un titolo del Grande Slam femminile come qualsiasi altra giocatrice dall’ultimo picco di Serena Williams, e lo sapeva. Nelle ultime due settimane, ha affrontato tutta la pressione e le emozioni e in uno spettacolo che ricorda i grandi campioni prima di lei, l’ha solo resa più forte.

Swiatek ha concluso il lavoro con un’ultima dimostrazione suprema del suo dominio, travolgendo e battendo Coco Gauff 6-1, 6-3 per vincere il suo secondo titolo del Grande Slam al Open di Francia, dove ha anche vinto la sua prima vittoria nel 2020. Questa vittoria è la corona in cima alla sua incredibile corsa, che conta 35 vittorie di fila e contando. Ha vinto sei titoli consecutivi.

Durante il suo discorso post-partita, Swiatek, che indossa un nastro ucraino sulla visiera, ha incoraggiato l’Ucraina a rimanere forte: “Dal mio primo discorso a Doha [in February] Speravo che quando farò il prossimo la situazione sarà migliore. Ma ho ancora speranze e cerco di supportare, quindi grazie ragazzi”, ha detto. Swiatek ha ricevuto una lunga ovazione.

Iscriviti a The Recap, la nostra e-mail settimanale di scelte degli editori.

Insieme alla sua serie di vittorie consecutive, che eguaglia il record del 21° secolo di Venus Williams, Swiatek è ora 21-2 agli Open di Francia, il terzo miglior record nel torneo femminile, avendo vinto l’evento due volte nei suoi primi quattro anni da senior . Tale è la sua superiorità sul resto del campo, Swiatek avrà quasi il doppio dei punti in classifica come il nuovo numero 2 del mondo, Anett Kontaveit.

Swiatek ha detto che ciò che l’ha resa più orgogliosa è stato il superamento di uno dei successi di Serena Williams – 34 vittorie consecutive – con la sua serie di vittorie consecutive: “Può sembrare piuttosto strano, ma avere quella 35esima vittoria e fare qualcosa in più di Serena, è speciale”.

L’aura intimidatoria che Swiatek ha generato negli ultimi quattro mesi si è riflessa negli applausi disperati del pubblico per Gauff. Dopo un errore non forzato nel punto di apertura, uno spettatore ha gridato “Coco, non è finita” in francese tra una risata generale. Quando ha commesso un doppio fallo sul secondo punto, il pubblico ha fatto una lunga e pietosa ovazione come se Gauff fosse già a due punti dalla sconfitta.

Iga Swiatek esulta conquistando il punto finale
Iga Swiatek esulta conquistando il punto finale. Fotografia: Yves Herman/Reuters

Ci sono voluti 22 minuti a Gauff per conquistare la sua prima partita e quando si è rilassata, il problema della forza inarrestabile sulla rete è rimasto. Swiatek ha rotto la seconda di servizio di Gauff e ha crudelmente cacciato il dritto di Gauff con il suo stesso dritto pesante e malvagio, provocando palle corte che ha spazzato via.

Il secondo set è iniziato con una sorpresa, Swiatek ha avuto un’emorragia di punti e ha perso facilmente il servizio, ma la sua pressione implacabile ha costretto Gauff lontano dalla sua zona di comfort e Swiatek ha vinto sei delle ultime sette partite.

Mentre faceva i conti con il suo ultimo, più grande risultato, Swiatek cadde in ginocchio e poi andò sugli spalti, abbracciando la sua squadra e poi Robert Lewandowski, che era venuto a Parigi per vedere un altro grande sportivo polacco.

Mentre Swiatek festeggiava, Gauff si ritirò al suo posto con le lacrime agli occhi e ce ne furono altre un’ora dopo mentre salutava la performance di Swiatek: “Iga era semplicemente troppo brava”, ha detto. “E’ una di quelle partite che, sì, io, in alcuni momenti, avrei potuto giocare meglio. Ma lei non mi ha dato proprio niente. Ogni volta che pensavo di aver colpito una buona palla, non lo era.

Nonostante le lacrime, ha nuovamente parlato con maturità e prospettiva della sua quindicina di giorni, affermando che imparerà dall’esperienza e continuerà a migliorare. “Domani, o anche stasera, giocheremo di nuovo a carte e rideremo e andrà tutto bene”, ha detto.

La prevedibilità del successo di Swiatek non toglie nulla a quanto sia stata incredibile la sua ascesa. È la migliore giocatrice del mondo a grande distanza e la rapidità con cui è salita in cima, superando ogni nuovo ostacolo, è stata notevole.

“Nel 2020, la cosa principale che ho sentito è stata la confusione, perché non ho mai creduto al 100% di poter davvero vincere un Grande Slam”, ha detto. “Questa volta è stato puro lavoro”. Ha iniziato la stagione classificandosi nona, solo una giocatrice di qualità tra le tante e ha trascorso mesi da quando ha preso le distanze dal gruppo.

Ha mantenuto il suo livello e la concentrazione anche se la precedente n. 1, Ashleigh Barty, si è ritirata inaspettatamente, spingendole inavvertitamente la classifica. Quando questa serie di vittorie ha pesato molto su di lei a Parigi, ha gestito la pressione e le emozioni nel miglior modo possibile e ha trovato il meglio di sé ogni volta che ne aveva bisogno.

Guida veloce

Come posso iscrivermi agli avvisi delle ultime notizie sportive?

Mostrare

  • Scarica l’app Guardian dall’App Store iOS su iPhone o dal Google Play Store sui telefoni Android cercando “The Guardian”.
  • Se hai già l’app Guardian, assicurati di utilizzare la versione più recente.
  • Nell’app Guardian, tocca il pulsante giallo in basso a destra, quindi vai su Impostazioni (l’icona a forma di ingranaggio), quindi Notifiche.
  • Attiva le notifiche sportive.

Grazie per il tuo feedback.

“Non è facile far fronte a tutta quell’atmosfera diversa e alla pressione, perché tutti si stanno sempre preparando per il Grande Slam”, ha detto. “Ho sentito il bagaglio. La cosa più difficile è non lasciarti pensare a questo e analizzare eccessivamente e non lasciarti pensare a tutti i numeri e alle probabilità”.

In un momento in cui il Tour è alla ricerca di un giovane giocatore che possa portare l’onere di essere il numero 1, vincendo costantemente e ovunque, Swiatek è arrivato e potrebbe entrare in un periodo di dominio agli Open di Francia. Gli ultimi mesi sono stati una dichiarazione al resto del campo: chi vuole contendersi deve incontrarla al vertice e chiunque altro sarà lasciato indietro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.