Iga Swiatek v Coco Gauff: finale del singolare femminile degli Open di Francia 2022 – in diretta! | Open di Francia 2022

Swiatek 6-1 0-2 Gauff*

Coco si alza e serve due bellezze per salire di 30-0. Swiatek vince il prossimo scambio venendo a rete ma poi non riesce a ottenere un rovescio. Il polacco sembra seccato. Poi Gauff prende le reti, solo per sferrare un colpo in alto e fuori portata per prendere il gioco e tenere il servizio.

*Swiatek 6-1 0-1 Gauff

Ciao! Un servizio sbandato livella il gioco di apertura del secondo set sul 15-15, ma poi arriva un rovescio sbagliato, dalla parte sbagliata della linea. Swiatek sembra un po’ traballante sul suo rovescio mentre rinuncia a due break point. E ancora più selvaggio nel suo diritto di rinunciare al primo, va a miglia di larghezza. Inizio partita.

Swiatek prende il primo set 6-1

Gauff fatica ancora sul servizio e Swiatek ha due set point. Il primo si salva con un bel tiro al termine di una bella ripresa. Ma poi, è tentata di provare a fare un tiro troppo rischioso e va alla deriva. Proprio mentre Gauff cerca di interpretare se stessa, commette una serie di errori e Swiatek ne ha fatti molti di meno.

Iga Swiatek reagisce mentre gioca contro Coco Gauff.
Iga Swiatek esulta durante il primo set. Fotografia: Anne-Christine Poujoulat/AFP/Getty Images

*Swiatek 5-1 Gauff

Gauff sembra più forte adesso? Certamente così sul rovescio, e sale sul 30-15, solo per essere stordita da un bel servizio di Swiatek. Poi arriva un dritto, sbattuto indietro da cui è venuto per 40-30. Poi, con Gauff che mostra un ulteriore segno di miglioramento, un colpo vincente, proprio sull’angolo di prende il gioco per Swiatek.

Swiatek 4-1 Gauff*

Nuova determinazione da Gauff mentre scivola sul 30-0, solo per, sì, il diritto, per deluderla. Poi arriva una doppia colpa. Oh caro. Ana Ivanovic viene avvistata tra la folla con la leggenda del Manchester United Bastian Schweinsteiger mentre Gauff arriva al 40-30, solo per commettere un errore per andare a due. Gauff prende a pugni uno di quei rovesci per approfittare, poi forza un errore di Swiatek. Un pugno d’aria e l’adolescente è sul tabellone.

Coco Gauff gioca un rovescio dalla linea di fondo per Iga Swiatek.
Coco Gauff gioca un rovescio dalla linea di fondo per Iga Swiatek. Fotografia: Ryan Pierse/Getty Images

*Swiatek 4-0 Gauff

Inquietante per Gauff, il servizio di Swiatek sta scattando e il dritto è preso di mira. Ma sul 40-15 in meno, Gauff ne inchioda uno, è irraggiungibile. Tuttavia, c’è una montagna da scalare in questo set. Sta correndo e allontanandosi da Gauff.

Swiatek 3-0 Gauff*

Una seconda pausa. Il giocatore polacco sente l’odore del sangue sul servizio di Gauff e si lancia in avanti su di esso. Gauff è tentato dai colpi di rovescio che vanno in rete e viene rivendicato un break point quando Swiatek mostra come è fatto. Ma due buoni servizi ci portano a due. Meglio, solo per essere rovinato da un errore di diritto. Questo viene salvato da un colpo che si schianta che costringe Swiatek a mancare una raffica. Poi arriva un servizio saltante per consegnare il punto di gioco di Gauff. Eppure il suo dritto la delude ancora una volta. Viene offerto un quarto break point. “Iga, Iga”, canta la folla ma un rovescio salva Gauff, che si schianta a casa. Questo è il colpo che la terrà in questa partita. Il dritto la delude – ancora una volta – e non riesce a trattenere il ritorno di un tiro di Swiatek in fondo al campo. E ancora, alla quinta volta che lo chiedo, un altro dritto mancato.

*Swiatek 2-0 Gauff

Anche il servizio di Swiatek non inizia con il botto, e segna il 15-15. Poi Gauff respinge un vincitore di rovescio per 15-30. Swiatek poi vince uno scambio a rete, leggendo molto bene la linea di fondo di Gauff che rimbalza. Quindi Gauff supera, prima di salvare Deuce con un vincitore che si schianta lungo la linea. Poi arriva il primo asso della partita, poi il servizio successivo le offre la possibilità di prendere il gioco e mantenere il suo servizio.

Swiatek 1-0 Gauff*

Eccoci a Parjs, con Gauff a servire per primo, preso l’onore. Il primo tiro dell’americana sferraglia a rete, poi raddoppia per lo 0-30. Servizio nervoso qui, ma il suo secondo servizio tenta Swiatek a battere per 15-30. Qualche pillock fa quell’orribile assurdità “bu-bu-bu-bo-bo-bo”, e poi Gauff commette un errore, tirando fuori due break point. Ben fatto, idiota. Swiatek prende il primo punto con un ampio rovescio.

Coco Gauff gioca un rovescio a Iga Swiatek.
Coco Gauff gioca un rovescio a Iga Swiatek. Fotografia: Clive Brunskill/Getty Images

Stanno bussando, e con calma. Nessun vento in Philippe Chatrier, ci viene detto, ma chi fa questo favore? Forse il server più grande, rendendolo Swiatek. Gauff è il più giovane finalista di uno slam dai tempi di Sharpova nel 2004.

I giocatori scendono in campo, Coco Gauff uscendo per primo con un sacco di applausi. L’applauso di Swiatek potrebbe essere un po’ più forte. Mat Wilander sulla trasmissione Eurosport suggerisce che Gauff dovrebbe concentrarsi sul tennis, piuttosto che sulla “vita”, che potrebbe essere letta come un calcio contro il suo attivismo. Certamente sembrava così.

Coco Gauff (a sinistra) e Iga Swiatek posano prima dell'inizio della finale del loro singolare femminile.
Coco Gauff (a sinistra) e Iga Swiatek posano prima dell’inizio della finale del loro singolare femminile. Fotografia: Anne-Christine Poujoulat/AFP/Getty Images

Domani è la finale maschile e Nadal parte per il decimocuarto, il suo 14esimo, anche se forse un po’ per fortuna dopo l’infortunio di ieri di Sasha Zverev. Casper Ruud si è preso il suo tempo per battere Marin Cilic, ma alla fine ha portato a termine il lavoro.

Il clamore sta crescendo a Parigi, così come il caldo. Ci sono 28 gradi lì.

Swiatek ha vinto questo titolo nel 2020, l’evento del Roland Garros è stato ritardato fino a ottobre dello stesso anno a causa della pandemia. Quello è stato il suo primo titolo in un tour in assoluto, ne ha aggiunti sette da allora, cinque quest’anno.

Alcune citazioni di Swiatek tramite il sito ufficiale del Roland Garros.

“Poter essere di nuovo in finale, è fantastico, soprattutto quando non sapevo come giocherò qui dopo così tanti tornei che ho giocato”, ha detto Swiatek, che sta cercando di diventare la prima donna a collezionare sei titoli consecutivi da Justine Henin nel 2007-08 questo fine settimana.

“Mi sembrava ovvio che la serie di vittorie potesse finire presto. Quindi volevo solo procedere passo dopo passo. Non avevo obiettivi precisi in questo torneo. Solo vedere come il mio gioco si sta sviluppando in ogni partita, è qualcosa che mi dà molte speranze e sono semplicemente orgoglioso di me stesso”.

Caira Conner profilata Coco Gauffuna giovane atleta che guarda ben oltre l’estremità della sua racchetta.

Fa parte di una fiorente coorte di atleti che usano il tempo davanti ai giornalisti per parlare di questioni che hanno poco a che fare con le racchette o le palline nelle loro mani. Nel tennis, uno sport in cui è forse più probabile che i giocatori evitino pubblicamente le complessità della coscienza sociale per banalità sul duro lavoro, Gauff è chiara sulla sua scelta: “Sono prima di tutto un essere umano”.

“Sin da quando ero più giovane, mio ​​padre mi ha detto che potevo cambiare il mondo con la mia racchetta”, ha detto Gauff, che ha citato LeBron James, Colin Kaepernick, Naomi Osaka e Billie Jean King tra i suoi modelli di attivismo sportivo. “Non intendeva questo semplicemente giocando a tennis. Intendeva parlare di questioni come questa. La prima cosa che mio padre mi ha detto dopo essere uscito dal campo, sono orgoglioso di te e amo quello che hai scritto davanti alla telecamera”.

Tumaini Carayol si tuffò in profondità Iga Swiatek.

La serie di 34 vittorie consecutive di Swiatek è di per sé notevole, la seconda più alta del 21° secolo insieme a Serena Williams e una dietro al conteggio di 35 di Venus Williams nel 2000. Mentre gli altri hanno affrontato rivali più difficili, le circostanze sono particolarmente imbarazzanti data la tempistica . Arrivare all’Open di Francia con tutte le sue 28 vittorie ai tornei WTA sembrava un tale onere in più che alcuni credevano che una sconfitta a Roma avrebbe potuto aiutarla a gestire la pressione.

Mentre navigava nel sorteggio, Swiatek ha gestito l’occasione in modi diversi. Ha parlato del valore di mantenere basse le aspettative, prendere le cose giorno per giorno, anche se le sue ambizioni lo rendono così difficile. È stata franca sui possibili risultati qui, incluso il fatto che perdere è un’opzione per la quale dovrebbe essere preparata, una che non sarebbe una tragedia.

Preambolo

Piuttosto la finale che abbiamo oggi su Philippe Chatrier, una battaglia tra una forza irresistibile Iga Swiatek e fascino irresistibile in Coco Gauff. È anche una battaglia tra due membri della generazione più giovane nel tour femminile. Swiatek, la campionessa degli Open di Francia 2020, mentre Gauff ha ancora appena 18 anni, dopo aver incantato il mondo del tennis nel 2018 con la sua corsa a Wimbledon. È la sua prima finale del Grande Slam, anche se quest’anno ha raggiunto anche la finale del doppio femminile al Roland Garros. Per ottenere il titolo francese, Gauff deve battere un giocatore con una serie di 34 vittorie consecutive, puntando al sesto titolo consecutivo, e quindi ha ribaltato le probabilità, anche se quest’anno non ha ancora perso un set a Parigi. Questo potrebbe essere un classico e ci si possono aspettare tre set da tennis.

Iniziamo alle 14:00 ora del Regno Unito.

Leave a Reply

Your email address will not be published.