La leggenda di Cody Rhodes cresce con l’indimenticabile vittoria del Main Event alla WWE Hell in Cell | Rapporto Bleacher

Credito fotografico: WWE.com

Cody Rhodes è davvero uno di uno.

Quando ha dichiarato di essere il migliore al mondo al suo ritorno in WWE, alcuni fan hanno deriso l’idea. Tuttavia, devi ammirare la sua sicurezza e convinzione per scommettere su se stesso e vincere alla grande.

Al pay-per-view Hell in a Cell di domenica, ha dimostrato ancora una volta che la sua indomabile volontà lo rende uno degli artisti più accattivanti del wrestling professionistico.

Era difficile non mettere in discussione la decisione di The American Nightmare di lasciare la All Elite Wrestling; un’azienda che è stata parzialmente costruita sulle sue spalle. Molti di noi si chiedevano se sarebbe stato lo stesso Rhodes che ha fatto una corsa incredibile come il babyface più caldo di quel roster nel 2019.

Tuttavia, la sua prima grande faida con la WWE dovrebbe mettere a tacere molti detrattori perché lui e Seth Rollins hanno dato vita a una grande rivalità di tutti i tempi. La loro trilogia di partite è stata eccellente ed è più che sufficiente per dimostrare perché la stella di seconda generazione dovrebbe essere in linea per essere il prossimo campione del mondo.


Una reintroduzione leggendaria

Rodi aveva uno dei più grandi momenti di WrestleMania 38. Il suo ingresso è stato tutto ciò che i fan speravano che fosse e ha sottolineato che era una star ancora più grande di quando in precedenza era stato messo da parte nel personaggio di Stardust. Inoltre, lui e Rollins hanno messo in scena uno spettacolo spettacolare nella prima notte di The Show of Shows.

Tuttavia, sarebbe stato facile per lui riposare sugli allori e andare avanti in una partita di così alto profilo e il brusio di essere la prima grande star della AEW a saltare la nave. Invece, ha contribuito a rinvigorire lo spettacolo di punta della compagnia e ha organizzato un altro fantastico match PPV a WrestleMania: Backlash.

L’ultima aggiunta al roster della WWE non si è fermata qui. Si potrebbe obiettare che le sue prime due partite con Rollins sono state buone ma non hanno avuto calore; non c’era una trama in cui i fan potessero affondare i denti.

Quindi, hanno alzato la posta nella build per il loro ultimo incontro a Hell in a Cell.

Rollins merita così tanto credito per questo perché il suo lavoro sul tallone ha offerto a Rhodes un enorme catalizzatore per mostrare il personaggio appassionato di cui inizialmente ci siamo innamorati.

I segmenti tra i due sono migliorati ogni settimana, culminando in un fantastico scambio di parole sull’episodio di Raw. Anche la rissa in corso è stata convincente e ha contribuito a venderci su questa accesa rivalità.

Tuttavia, una svolta inaspettata degli eventi aggiungerebbe ancora più intrighi alla partita imminente.


Una performance coraggiosa ma discutibile

Credito: WWE

Domenica pomeriggio, la WWE ha annunciato che Rhodes ha subito un tendine pettorale parzialmente strappato ma avrebbe comunque gareggiato nell’evento principale.

Sembrava insondabile, ma The American Nightmare ha comunque marciato sul ring determinato a intrattenere il pubblico di Chicago.

WWE @WWE

ROTTURA: @CodyRhodes ha subito un tendine pettorale destro parzialmente strappato durante una rissa con @WWERollins lo scorso lunedì su #WWAw.

Durante l’allenamento con i pesi in preparazione, il tendine si è strappato completamente dall’osso.

Tuttavia, Rhodes ha promesso di entrare ancora #HIAC stasera. pic.twitter.com/gpl2S8ilPI

Una volta che si è tolto il cappotto ad anello e ha rivelato un raccapricciante livido sul petto e sul braccio, il silenzio è stato spazzato via dall’Allstate Arena. I fan online hanno condiviso l’immagine increduli sul fatto che stesse prendendo parte a una stipulazione di una partita così brutale con un grave infortunio.

Dall’altra parte del ring, Rollins ha deriso il suo avversario indossando i pois neri e gialli resi famosi da suo padre, il compianto Dusty Rhodes.

Tuttavia, The American Nightmare è rimasto imperterrito. È stata una decisione sconsiderata e miope o una performance coraggiosa e coraggiosa da parte di una focosa faccia da bambino che cercava di incidere il suo nome negli annali della storia del wrestling professionistico.

Speriamo sicuramente che il 36enne non si sia preso più tempo della sua carriera per assicurarsi che la partita Hell in a Cell andasse come previsto. Speriamo anche che non abbia inviato il messaggio sbagliato ad alcuni fan che potrebbero usarlo come esempio del motivo per cui altri dovrebbero essere in grado di lavorare infortunati se necessario.

Tuttavia, Rhodes eccelleva con una gamma limitata di movimento nel braccio destro e essenzialmente sconfisse Rollins con una buona appendice. Sconsiderato o meno, è stato uno spettacolo da vedere mentre i due hanno raccontato una storia avvincente nella struttura demoniaca in quello che potrebbe essere uno degli incontri Hell in a Cell più memorabili fino ad oggi.

A volte è stato scomodo da guardare, ma è stato difficile non provare l’eccitazione quando The American Nightmare ha finalmente eseguito il Pedigree. Ci sono state molte allusioni a Triple H durante la partita, incluso l’uso di una mazza. Il re dei re ha anche subito un infortunio al petto simile nel 2018.

Dì quello che vuoi su Rhodes, ma per un motivo rimane uno dei wrestler più influenti della sua generazione. Se qualcuno pensava che sarebbe andato sul sicuro con la WWE, la sua prima faida al suo ritorno in azienda ha dimostrato che continuerà a regalarci momenti indimenticabili e l’industria è un posto migliore grazie a lui.

A tal fine, Rodi ha brillato di più in una notte in cui Roman Reigns era assente e si è dimostrato un abile main event.

Leave a Reply

Your email address will not be published.