La migliore prospettiva di basket internazionale Baba Miller si impegna a Florida State Seminoles

La migliore prospettiva internazionale di basket in cui Baba Miller si è impegnata Stato della Floridaha detto a ESPN lunedì.

“Ho potuto vedere una vera famiglia allo stato della Florida”, ha detto Miller. “Ho visto un rapporto molto stretto tra tutti. Questa è stata una parte importante della mia decisione”.

Il diciottenne piccolo attaccante spagnolo di 6 piedi e 11 è considerato una delle migliori prospettive internazionali impegnate nella rotta del college nella classe del 2022. Ha scelto Florida State su Gonzagavisitando entrambe le scuole la scorsa settimana con suo padre.

“Lo stile di gioco corrisponde al mio con le mie capacità e la libertà che hanno dato ai loro giocatori di fare giocate in qualsiasi posizione”, ha detto Miller. “Amo la cultura del Florida State. Non appena sono arrivato lì ho potuto vedere la fratellanza che hanno nella squadra. Hanno rapporti stretti tra i giocatori e gli allenatori. Ho amato le buone vibrazioni che erano nella squadra”.

Miller, i cui nonni materni sono del Regno Unito, è cresciuto nell’isola mediterranea di Maiorca, ma ha trascorso i suoi anni formativi giocando per la potenza europea del Real Madrid, da quando aveva 12 anni. La scorsa estate ha vinto il prestigioso torneo Adidas Next Generation con il Real Madrid, considerato probabilmente il miglior programma juniores del continente, e poi ha aiutato la nazionale spagnola U18 a raggiungere un record di imbattibilità nei FIBA ​​European Challengers, finendo come secondo miglior marcatore e con una media di 11,8 punti, 4,4 rimbalzi e 1,4 palle rubate in 21 minuti, tirando il 64% da 2 punti e il 50% da 3.

Miller ha trascorso la maggior parte di questa stagione con la squadra B del Real Madrid nel campionato EBA, segnando una media di 11,3 punti e 5,3 rimbalzi in 24 minuti mentre tirava il 69% da 2 punti e il 35% da 3. È stato sorprendentemente convocato nella squadra maggiore in Dicembre e ha persino fatto il suo debutto in Eurolega a 17 anni in una partita contro il CSKA Mosca a causa di un focolaio di COVID-19.

“C’è stato un momento nella mia carriera in cui volevo rimanere in Europa, ma ultimamente ho deciso al 100% che volevo andare negli Stati Uniti per migliorare, soprattutto fisicamente e tecnicamente”, ha detto Miller. “L’Europa è un luogo per competere, non per svilupparsi. Negli Stati Uniti, se non giochi, ti svilupperai nelle prove libere e nelle sessioni individuali. È qualcosa che di solito non fai in Europa. Non è stato un Decisione molto difficile per me”.

Miller è cresciuto come guardia, rimanendo solo 6-2 a 14 anni prima di colpire uno scatto di crescita in ritardo che lo ha spinto a 6-11, ma ha mantenuto le sue capacità di perimetro. Le sue dimensioni, combinate con la sua apertura alare di 7 piedi e 2, l’eccellente telaio da 204 libbre e l’intrigante capacità di gestire, passare e sparare dall’esterno gli conferiscono un’eccezionale versatilità su entrambe le estremità del pavimento con un notevole potenziale di crescita nel suo corpo mentre continua compilare.

Miller si unisce a una squadra dello stato della Florida che sta attraversando una transizione significativa, perdendo sei giocatori di borsa di studio della squadra della scorsa stagione, inclusa la prima matricola del draft NBA Giovanni Maggiordomo, una potenziale scelta del secondo round. I Seminoles hanno mantenuto i loro primi due marcatori, la guardia Caleb Mills e ala Matteo Clevelandda una squadra che ha terminato 10-10 nell’ACC e 17-14 in generale, saltando il torneo NCAA per la prima volta dal 2016.

Oltre a Miller, i Seminoles stanno portando due grandi uomini di talento a quattro stelle Cameron Corhen e De’Ante Verde come parte della classe di reclutamento del 2022, così come la guardia a quattro stelle Chandler Jackson. Ala da tiratore scelto Darin Green arriva tramite il portale di trasferimento NCAA dall’UCF, insieme al due volte difensore dell’anno della Ivy League Jaylan Gaineyun centro di Brown.

Miller rappresenterà ancora una volta la nazionale spagnola al Campionato Europeo Under 18 a Izmir, in Turchia, tra la fine di luglio e l’inizio di agosto, unendosi alla Florida State alla conclusione del torneo.

“Rappresentare la Spagna l’anno scorso è stata una grande esperienza. Abbiamo avuto un ottimo staff tecnico e fantastici compagni di squadra. Mi sono divertito moltissimo giocando per il mio paese e vincendo il torneo l’anno scorso”.

Jonathan Givony è un esperto di draft NBA, fondatore e co-proprietario di DraftExpress.com, un servizio di analisi e scouting privato utilizzato da NBA, NCAA e squadre internazionali.

Leave a Reply

Your email address will not be published.