La seguace di Charles Manson, Patricia Krenwinkel, ha raccomandato la libertà vigilata dalla giuria

SACRAMENTO, California — Una commissione per la libertà vigilata della California ha raccomandato il rilascio di Patricia Krenwinkel per la prima volta giovedì, più di cinque decenni dopo che lei e altri seguaci del leader della setta Charles Manson hanno terrorizzato lo stato e ha scritto “Helter Skelter” su un muro usando il sangue di una delle loro vittime.

A Krenwinkel, 74 anni, è stata precedentemente negata la libertà vigilata 14 volte per l’uccisione dell’attore incinta Sharon Tate e di altre quattro persone nel 1969. Ha aiutato a uccidere il droghiere Leno LaBianca e sua moglie Rosemary la notte successiva in quello che secondo i pubblici ministeri era un tentativo di Manson di avviare un guerra razziale.

La raccomandazione sulla libertà vigilata sarà esaminata dalla divisione legale del consiglio statale per la libertà vigilata prima di andare probabilmente al governatore Gavin Newsom per una decisione entro cinque mesi. In precedenza ha rifiutato le raccomandazioni sulla libertà vigilata per altri seguaci di Manson, morto in prigione nel 2017.

Un panel della California sulla libertà vigilata ha raccomandato per la prima volta il rilascio di Patricia Krenwinkel, seguace di Charles Manson, giovedì 26 maggio 2022.
Un panel della California sulla libertà vigilata ha raccomandato per la prima volta il rilascio di Patricia Krenwinkel, seguace di Charles Manson, giovedì 26 maggio 2022.
Dipartimento di correzioni e riabilitazione della California

Le nuove leggi da quando a Krenwinkel è stata negata la libertà condizionale per l’ultima volta nel 2017 hanno richiesto alla commissione per la libertà vigilata di considerare che ha commesso gli omicidi in giovane età e che ora è un’anziana prigioniera.

Inoltre, per la prima volta, i pubblici ministeri della contea di Los Angeles non erano presenti all’udienza per la libertà vigilata per obiettare, secondo la politica del procuratore distrettuale George Gascón secondo cui i pubblici ministeri non dovrebbero essere coinvolti nel decidere se i prigionieri sono pronti per il rilascio.

I seguaci di Charles Manson Susan Atkins (a sinistra), Patricia Krenwinkel (al centro) e Leslie Van Houten sono stati tutti condannati per omicidio.
I seguaci di Charles Manson Susan Atkins (a sinistra), Patricia Krenwinkel (al centro) e Leslie Van Houten sono stati tutti condannati per omicidio.
AP

Tuttavia, l’avvocato di Krenwinkel, Keith Wattley, ha affermato che i parenti delle sue vittime hanno offerto le stesse obiezioni in udienza dei pubblici ministeri in passato.

Ciò che era diverso questa volta era che la commissione per la libertà vigilata era disposta a seguire la legge, ha detto, riconoscendo che non ha subito violazioni disciplinari e non rappresenta più un pericolo per la società.

“Si è completamente trasformata dalla persona che era quando ha commesso questo crimine, che è tutto ciò che dovrebbe essere necessario per ottenere la libertà vigilata”, ha detto.

“Spero che il governatore riconosca che non dovrebbe giocare giochi politici con la vita delle persone”, ha detto Wattley. “Il governatore le bloccherebbe la libertà vigilata non perché abbia paura di lei, ma perché non gli piace. E la legge non lo consente”.

Krenwinkel rimane incarcerato presso la California Institution for Women a est di Los Angeles.

I commissari cinque anni fa hanno rifiutato la sua libertà condizionale nonostante le argomentazioni allora secondo cui era affetta dalla sindrome delle donne maltrattate quando ha contribuito alle sanguinose uccisioni.

Krenwinkel era una segretaria di 19 anni che viveva con la sorella maggiore quando incontrò Manson, allora 33enne, a una festa. Ha testimoniato nel 2016 che ha presto lasciato tutto alle spalle per seguirlo perché pensava che potessero avere una relazione romantica.

Ma ha detto che Manson l’ha abusata fisicamente ed emotivamente e l’ha trafficata con altri uomini per sesso. Ha detto che è fuggita due volte solo per essere riportata indietro e che raramente è stata lasciata sola e di solito era sotto l’effetto di droghe.

Durante la sua ultima udienza per la libertà vigilata, Krenwinkel ha raccontato di aver accoltellato ripetutamente Abigail Folger, 26 anni, erede di una fortuna di caffè, a casa di Tate il 9 agosto 1969.

La notte successiva, ha detto che Manson e il suo braccio destro, Charles “Tex” Watson, le hanno detto di “fare qualcosa di strega”, quindi ha pugnalato La Bianca allo stomaco con una forchetta, poi ha preso uno straccio e ha scritto “Helter Skelter ,” ″Rise” e “Death to Pigs” sui muri con il suo sangue.

Lei e altri partecipanti furono inizialmente condannati a morte. Ma furono risentiti all’ergastolo con possibilità di libertà condizionale dopo che la pena di morte in California fu brevemente dichiarata incostituzionale nel 1972.

Krenwinkel è diventata la detenuta più longeva dello stato quando la collega seguace di Manson Susan Atkins è morta di cancro in prigione nel 2009. Wattley ha detto di capire che è la donna più longeva degli Stati Uniti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.