Le speranze dell’Ucraina di raggiungere la Coppa del Mondo di quest’anno si concludono con la sconfitta contro il Galles

L’Ucraina non è riuscita a qualificarsi per la Coppa del Mondo FIFA di quest’anno, il torneo più prestigioso del calcio, dopo la sconfitta per 1-0 contro il Galles, ma quando il tuo paese è in guerra non importa. Lo spargimento di sangue continua, si perdono ancora vite.

Eppure, per 90 minuti in una serata piovosa in Galles, questa partita è stata importante, perché c’era speranza, un’opportunità per sognare e per esultare.

Mentre i giocatori ucraini si sono riuniti negli spogliatoi prima della finale dei playoff del vincitore prende tutto per qualificarsi ai Mondiali di quest’anno, lo hanno fatto con una bandiera nazionale inviata dalla prima linea appesa a una delle pareti.

Questa è stata una partita in cui guerra e calcio si sono intrecciati. Non c’era da dimenticare perché il cuore della neutralità era con l’Ucraina.

Era dopo L’emozionante vittoria per 3-1 dell’Ucraina sulla Scozia all’inizio della settimana nella semifinale dei playoff che il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha ringraziato la squadra per “due ore di felicità”.

La qualificazione alla Coppa del Mondo avrebbe dato al popolo ucraino molto di più, ma una punizione deviata di Gareth Bale ha assicurato che fosse il Galles a conquistare l’ultimo posto di qualificazione europea per il Qatar a novembre.

I giocatori dell'Ucraina guardano al Galles.

‘Amicizia umana’

L’importanza di una partita può essere valutata dall’atmosfera fuori dallo stadio nelle ore che precedono il calcio d’inizio. Questo era il tipo di partita in cui entrambi i gruppi di fan facevano la fila per ottenere l’ingresso e si muovevano con ore di anticipo. Il vincitore si prenderebbe tutto e, nel caso del Galles, entrerebbe nella storia.

I tifosi ucraini, quasi tutti vestiti con i colori della nazionale, si sono mescolati amabilmente con i tifosi di casa e hanno parlato del calore conferito loro dai tifosi del Galles.

“È amicizia umana”, ha detto Nelya Sushereba, che aveva viaggiato da West London. “Sentiamo il supporto, anche dal popolo gallese”.

I tifosi ucraini provenivano principalmente da Londra e tra loro c’erano i principianti del calcio.

Per Andriy Grabar, con sede nell’Essex, e sua moglie Mariia, la partita con la Scozia all’inizio di questa settimana è stata la prima a cui hanno partecipato.

La coppia ha parlato del desiderio di sostenere la squadra, visto quanto sta accadendo nella loro terra d’origine.

“Il nostro popolo in Ucraina aspetta un’emozione felice”, ha detto Andriy, mentre Mariia ha sintetizzato in modo succinto i sentimenti pre-partita: “È [would be] una piccola vittoria per uno scopo più grande”.

I tifosi dell'Ucraina alzano la bandiera del loro paese al Cardiff City Stadium.

In una serata carica di emozioni, i giocatori ucraini sono scesi in campo con le bandiere nazionali drappeggiate sulle spalle.

Qualche istante prima che i musicisti si mettessero in fila per gli inni, il cantante folk gallese Dafydd Iwan ha cantato “Yma o Hyd”, una canzone adottata dai fan del Galles come loro inno non ufficiale. Il suo testo commovente – il ritornello, tradotto in inglese, è “nonostante tutti e tutto, siamo ancora qui” – avrebbe potuto risuonare anche con i fan in visita.

Per gran parte della partita, l’Ucraina ha avuto la maggior parte dei motivi per esultare, anche se la tasca di circa 1.000 ucraini all’interno dello stadio non si sentiva quasi come il frastuono creato dai tifosi di casa.

La prima Coppa del Mondo del Galles in 64 anni

Il Galles deve ringraziare l’eroismo del portiere Wayne Hennessey per il suo posto in Qatar. Nel primo tempo Roman Yaremchuk e Viktor Tsygankov hanno entrambi tenuto occupato il gallese, con il successivo che ha sprecato la migliore occasione del primo tempo quando ha attraversato in porta ma non è riuscito a centrare la porta.

E alla fine, una brillante parata di Hennessey – ribaltando un colpo di testa del sostituto Artem Dovbyk da pericolo – ha mantenuto la sua squadra in vantaggio.

Oltre a Hennessey, l’altro giocatore chiave del Galles, come spesso accade, è stato Bale, ed è stata una sua punizione a mandare in rete il capitano Andriy Yarmolenko.

Sebbene la stella di Bale sia svanita negli ultimi anni al Real Madrid, l’attaccante continua a essere il giocatore più potente del Galles, segnando due gol eccezionali all’inizio di quest’anno contro l’Austria e portando il Galles in questa finale.

Bale festeggia durante il Galles'  vincere contro l'Ucraina.

Nonostante tutta la benevolenza pre-partita – i fan del Galles hanno persino applaudito l’inno nazionale dell’Ucraina – questa è stata una partita che avrebbe permesso al Galles di cancellare i suoi demoni della Coppa del Mondo.

L’uomo non era salito sulla luna l’ultima volta che il Galles si è qualificato per il più grande torneo di calcio e un adolescente Pelé ha segnato il gol della vittoria che ha eliminato il Galles dai quarti di finale del 1958. È stata una lunga attesa, con molti quasi incidenti di qualificazione.

Probabilmente, questa sarebbe l’ultima opportunità per la “Generazione d’oro” del paese, inclusi Bale e Aaron Ramsay, di qualificarsi per l’evento clou dello sport.

I padroni di casa hanno dovuto scavare a fondo e, a tratti, gli uomini in rosso hanno portato fortuna, ma al fischio finale è stato Bale, sostituito nell’intervallo, a entrare in volata in campo per festeggiare con i compagni di squadra mentre i giocatori dell’Ucraina sono caduti sui loro ginocchia disperate.

Gli ospiti avevano dato tutto e, giustamente, entrambe le squadre sono state acclamate dai tifosi al fischio finale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.