Pete Alonso accende il grande giorno in attacco dei Mets per rovesciare i Phillies

Durante la sua giovane carriera, Pete Alonso ha gestito bene il rivale dell’NL East Phillies. Lo ha portato a un altro livello finora quest’anno.

Venerdì sera è stata l’ennesima performance dominante. Alonso ha segnato, ha guidato in quattro punti e ha fatto un gioco scintillante sul campo per salvare almeno un punto come il I Mets hanno continuato il loro buon inizio contro i Phillies con una vittoria per 8-6 davanti a 30.175 al Citi Field per iniziare una partita casalinga di sei partite.

I Mets al primo posto hanno ora battuto i Phillies sette volte in 10 incontri e, in quei concorsi, Alonso ha cinque fuoricampo, 17 RBI e sta battendo .351 con un OPS di 1.143. L’ultima volta che le due squadre si sono incontrate prima di quest’ultimo incontro, Alonso ha aiutato i Mets a salvare un doubleheader split l’8 maggio andando in profondità due volte e guidando in cinque run nel nightcap.

“Non ho davvero cambiato nulla. Mi sento come se stessi andando un po’ meglio”, ha detto Alonso dei suoi primi due mesi di stagione. “Il solo fatto di avere più tempo e capire meglio me stesso, chi sono come giocatore, è stato un po’ d’aiuto [me] eseguire.”

Venerdì sera, senza la produzione offensiva di Alonso e quel grande gioco difensivo nel secondo inning, i Mets (30-17) sarebbero stati nei guai. Ha permesso loro di sopravvivere al sesto inning da sei run dei Phillies. Alonso ha corso di corsa in ciascuna delle sue prime tre battute ed è stato intenzionalmente camminato nella sua quarta. Ora guida le major con 45 RBI e ha stabilito un record dei Mets con il maggior numero di RBI prima del Memorial Day, battendo il precedente punteggio di 44 di Bernard Gilkey, stabilito nel 1996.

Pete Alonso strappa un doppio RBI nel quarto inning.
Pete Alonso strappa un doppio RBI nel quarto inning.
Robert Sabo per il NY POST

“Non molti salti e avanti e indietro, senza sapere cosa otterrai ogni giorno. È sempre a un passo di distanza”, ha detto il manager Buck Showalter. “Non si sofferma sull’ultima battuta o sull’ultima partita. E quando riceve un colpo e guida di corsa il primo, sta cercando di prenderne un altro. Non voglio dire avido, ma non smette mai di spingere”.

Il tono per la prima parte della serata è stato dato sul primo tiro a Brandon Nimmo. Ha colpito un terrestre di routine per l’interbase Bryson Stott, che si è lanciato selvaggio in prima base, accendendo un raduno dei Mets di tre run. Per due volte, i Mets hanno segnato su un sacrificio superficiale vola sul campo destro, con Nimmo e Starling Marte che hanno facilmente superato il braccio destro di Nick Castellanos.

Pete Alonso gira le basi dopo il suo mostruoso homer da due punti nel terzo inning.
Pete Alonso gira le basi dopo il suo mostruoso homer da due punti nel terzo inning.
Michelle Farsi/New York Post

Contrasta che alla parte superiore del secondo, quando un tuffo Alonso ha derubato Odubel Herrera di un doppio e almeno un RBI. Carlos Carrasco ha fatto alzare la gemma difensiva ritirando Garrett Stubbs su un groundout.

Il vantaggio è cresciuto fino a 7-0 dopo la doppietta di Alonso nel terzo e la sua doppietta nel quarto. Sembrava una risata, ma i Phillies avevano altre idee.

Hanno sfondato contro Carrasco nel sesto posto, iniziando con un paio di colpi interni ben piazzati di Rhys Hoskins e Alec Bohm. I singoli a punteggio pieno di Bryce Harper e Castellanos hanno reso la partita un 7-2.

Chasen Shreve reagisce dopo aver concesso un homer da tre punti nel sesto inning.
Chasen Shreve reagisce dopo aver concesso un homer da tre punti nel sesto inning.
Robert Sabo per il NY POST
Francisco Lindor si collega su un singolo RBI nel quarto inning.
Francisco Lindor si collega su un singolo RBI nel quarto inning.
Michelle Farsi/New York Post

Carrasco ha rimbalzato momentaneamente ritirando i due battitori successivi, ma dopo aver camminato contro Herrera, Showalter è andato al suo bullpen e Chasen Shreve è imploso. Ha lasciato uno splitter 1-2 al centro del piatto e Stubbs ha parcheggiato un homer da tre punti a destra. Improvvisamente, 7-0 era 7-6, e una forte uscita di Carrasco sembrava molto diversa.

“Mi hanno preso nell’ultimo inning, ma voi ragazzi avete visto la partita”, ha detto Carrasco, che ha vinto per la quinta volta in questa stagione. “Contatto morbido proprio lì.”

Sul colpo di Hoskins, Carrasco si è bloccato il pollice sinistro mentre si tuffava per la palla, parte del motivo per cui Showalter lo ha eliminato a 85 lanci. Ma dopo, Carrasco ha detto che si sentiva bene.

“Va tutto bene”, ha detto Carrasco.

L’ultima minaccia dei Phillies è arrivata all’ottavo posto, quando avevano corridori al secondo e terzo posto con uno eliminato. Ma Joely Rodriguez ha eliminato Stubbs e Seth Lugo è stato in grado di far uscire JT Realmuto per terminare l’inning.

Opportunamente, è stato Alonso a rintracciare la palla in territorio foul. Ha fornito lo slancio per questa vittoria.

Leave a Reply

Your email address will not be published.