Pete Alonso segna due fuoricampo nella vittoria dei Mets sui Dodgers

LOS ANGELES — Tra circa sei settimane, Pete Alonso probabilmente tornerà al Dodger Stadium per l’All-Star Game della MLB, dove crede di essere uno dei tanti giocatori dei Mets eletti nella squadra della National League. Alla vigilia di quei festeggiamenti, Alonso quasi sicuramente parteciperà anche all’Home Run Derby, considerando sia il suo amore per quell’evento che il suo status di due volte campione in carica.

Potrebbe anche fare un po’ di pratica mentre ne ha la possibilità. Alonso ha segnato due volte il sabato sera 9-4 vittoria sui Dodgers a Chavez Ravine, portando a casa cinque punti in una prestazione dominante che lo ha portato anche con José Ramírez di Cleveland per il vantaggio della MLB RBI a 53.

“Non credo che ci aspettiamo niente di meno”, ha detto il titolare dei Mets David Peterson. “Da quando è arrivato, ha messo in scena uno spettacolo”.

Battendo nel terzo inning, Alonso ha tirato un fuoricampo da due punti di autorizzazione oltre la recinzione del campo sinistro per eliminare dal gioco Walker Buehler, titolare dei Dodgers. Nel settimo, ha schiacciato una palla veloce Brusdar Graterol a 100 mph sul campo opposto per un homer da tre punti che ha reso un gioco serrato decisamente meno. Era il suo terzo fuoricampo negli ultimi due giorni.

I 16 homer di Alonso sono i migliori nella National League con i Mookie Betts dei Dodgers. È anche passato a un pareggio per il 10 ° posto nella lista dei fuoricampo di tutti i tempi dei Mets con 122 in carriera.

“Oh, è malato”, ha detto Alonso del suo posto nella storia del franchise. “Non lo sapevo. Voglio solo continuare così”.

Questa è stata una stagione di rinascita per Alonso, che originariamente si è fatto strada nei piani dei Mets con una stagione da rookie di 53 homer nel 2019, prima di fare un notevole passo indietro nel ’20 e un passo avanti la scorsa estate. Quest’anno, Alonso ha giocato in tutte le 55 partite di New York, con l’intenzione annunciata di provare ad apparire in tutte le 162. Presto potrebbe minacciare il record di franchigia per partite consecutive giocate, il che gli ha permesso di concentrare la sua produzione.

Al suo attuale ritmo di casa, Alonso potrebbe classificarsi fino al sesto posto nella lista dei fuoricampo di tutti i tempi dei Mets entro la fine della stagione. Potrebbe anche cancellare il record RBI del franchise, che Mike Piazza e David Wright condividono attualmente a 124. (Alonso è al passo con 156.)

È un vortice di numeri che essenzialmente dicono tutti la stessa cosa: Alonso colpisce la palla spesso, e forte, e quando lo fa fa danni significativi. Quasi esattamente a un terzo della stagione, Alonso si è affermato come il candidato più legittimo del National League MVP Award dei Mets da quando Wright si è classificato quarto nella votazione nel 2007.

“È ogni singolo giorno”, ha detto Peterson. “Non è solo un fuoricampo qui, e poi non lo senti. … Ha potere in tutti i campi. Non sta solo cercando di centrare i fuoricampo. Sta davvero cercando di guidare la palla, il che funziona per lui. È un pezzo chiave della nostra formazione”.

Nelle ultime quattro stagioni, Alonso si è allenato instancabilmente per diventare un battitore più completo, migliorando la sua disciplina al piatto così come il suo approccio a tutti i campi. Ha mostrato contro Buehler, un ex asso dei Vanderbilt che si è comportato “davvero bene, davvero bene” contro l’allume dell’Università della Florida Alonso al college.

“Non volevo che accadesse di nuovo”, ha detto Alonso, i cui fuoricampo hanno più che compensato un errore di lancio nel secondo inning.

Sabato, la prestazione di Alonso ha permesso ai Mets di vincere una partita movimentata in cui Buck Showalter ha rimosso Peterson nel bel mezzo di una battuta, Francisco Lindor ha colpito un homer solista nonostante un dito medio destro fratturato ed entrambe le squadre hanno subito un ritardo di 11 minuti mentre gli arbitri hanno determinato se i Dodgers potrebbe far lanciare un giocatore di posizione.

Il ruolo di Alonso in tutto questo potrebbe essere stato il pezzo meno sorprendente, data la posizione del gioco. In 11 gare in carriera al Dodger Stadium, Alonso ha segnato sette fuoricampo. Ed è probabile che ne colpirà un bel po’ di più al Derby del prossimo mese, nonostante abbia scherzato dopo la partita sul fatto di non aver ancora ricevuto un invito. Ma molto probabilmente Alonso sarà lì, ansioso di mettere su un altro spettacolo.

“È solo uno di quei parchi storici”, ha detto Alonso. “Ci sono stati molti nomi davvero importanti nel gioco del baseball che hanno giocato qui. Per me è un onore giocare qui”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.