Science

Quello che sappiamo sulle prove di lancio del megarocket presumibilmente “di successo” della NASA

Written by admin

Il sistema di lancio spaziale della NASA sulla rampa di lancio del Kennedy Space Center in Florida.

Il sistema di lancio spaziale della NASA sulla rampa di lancio del Kennedy Space Center in Florida.
Foto: Nasa

Avvolto dalla NASA ieri la sua quarta prova generale del sistema di lancio spaziale, durante la quale le squadre di terra hanno raggiunto una serie di obiettivi chiave di test. Detto questo, una perdita di idrogeno irrisolta ha impedito il completamento completo del test, in uno sviluppo che potrebbe complicare ulteriormente il programma della missione Artemis 1.

Le prove in costume di ieri si sono concluse alle 19:37 ET, con le squadre di terra che sono riuscite con successo a riempire entrambi gli stadi del razzo con ossigeno liquido superfreddo e propellenti a idrogeno liquido, qualcosa che non erano stati in grado di ottenere durante i primi tre tentativi di prove. Le squadre hanno anche praticato un conto alla rovescia terminale, ma l’orologio è stato fermato a T-29 secondi invece del previsto T-10 secondi. Il razzo è stato prosciugato del suo propellente e rimane in piedi sulla rampa di lancio 39B al Kennedy Space Center in Florida mentre i controllori di lancio determinano i passaggi successivi.

Una perdita di idrogeno è stata la ragione per terminare prematuramente il conto alla rovescia, in una decisione fatto lunedì prima, Lo hanno detto oggi i funzionari della NASA ai giornalisti. Quei 19 secondi mancanti potrebbero non sembrare molto, ma gli ultimi istanti prima del lancio coinvolgono un sacco di parti mobili. Non si può quindi dire che la NASA abbia eseguito una prova generale completamente bagnata del suo mega razzo Moon. I funzionari della NASA non sono ancora pronti a dire se sarà necessaria una quinta prova generale bagnata o se SLS è finalmente pronto per il suo lancio inaugurale, una missione nota come Artemis 1. prossime missioni Artemis potrebbe vedere un uomo e una donna atterrare sulla superficie lunare entro il 2025, la costruzione della prima stazione spaziale lunare e una presenza permanente tanto attesa sulla Luna e intorno alla Luna, ma tutto inizia con SLS.

Che i carri armati del razzo fossero completamente carichi di propellenti e un conto alla rovescia portato così vicino al traguardo – e tutte le cose che devono accadere prima e nel mezzo – è ancora un grosso problema. Alla teleconferenza mediatica di oggi, Tom Whitmeyer, vice amministratore associato della NASA per lo sviluppo dei sistemi di esplorazione comune, ha affermato che “queste sono cose davvero importanti che volevamo vedere”. Whitmeyer ha descritto il razzo gigante come un complicato puzzle, e il vestito bagnato recentemente concluso significa “ora abbiamo davvero una buona idea di come appare il puzzle”, ma alcuni elementi in sospeso non specificati devono essere analizzati. Anche le squadre di terra “devono inseguire la perdita”, ha detto.

In effetti, la perdita di idrogeno ha rovinato una prova di lancio altrimenti senza incidenti. Questa perdita è avvenuta mentre i propellenti venivano versati nel razzo; gli equipaggi hanno individuato il problema nella disconnessione rapida dell’albero del servizio di coda dello stadio centrale, il punto in cui la linea che collega il razzo e il lanciatore mobile si separa durante il lancio. Durante l’abbigliamento bagnato, le squadre di terra hanno lavorato febbrilmente per risolvere il problema riscaldando la disconnessione rapida e quindi riallineandola per formare una chiusura ermetica, ma non ha funzionato.

Ora, in uno scenario di lancio normale, una tale perdita avrebbe senza dubbio portato a uno scrub, ma i controller di lancio volevano continuare le prove. Hanno “sviluppato un piano per mascherare i dati associati alla fuga di notizie che attiverebbero una presa dal sequencer di lancio a terra, o computer di lancio, in uno scenario reale del giorno del lancio, per consentire loro di arrivare il più lontano possibile nel conto alla rovescia”, secondo una NASA dichiarazione. Ciò ha consentito una prova del conteggio dei terminali (gli ultimi 10 minuti di un conto alla rovescia), incluso un passaggio chiave in cui il sequenziatore di lancio a terra viene commutato sul sequenziatore di lancio automatico controllato dal software di volo di SLS. Ma per motivi di sicurezza, il conto alla rovescia è stato interrotto poco dopo la seconda transizione del T-33, a causa del problema della perdita della linea di spurgo dell’idrogeno, come hanno spiegato i funzionari della NASA durante la conferenza stampa.

Le parole “successo” e “successo” sono state lanciate in giro liberamente durante la conferenza stampa di oggi, ma è giusto dire che (1) la quarta prova in costume bagnato è stata incompleta (anche se di poco), quindi (2) il razzo non sarebbe stato lanciato, se fosse stato uno scenario non di prova, e (3) la perdita di idrogeno irrisolta è chiaramente un problema che necessita di lavoro. A parte queste preoccupazioni, il pletora di problemi che hanno afflitto i primi tre tentativi di abito bagnato sembrano essere stati completamente risolti e la capsula di Orion sta funzionando “nominalmente”, come mi hanno detto i funzionari della NASA durante il riunione.

Charlie Blackwell-Thompson, direttore del lancio di Artemis, ha affermato che i team hanno superato molti obiettivi di test, ma alcuni obiettivi non sono stati raggiunti durante il conteggio dei terminali. Lei e i suoi colleghi devono valutare i dati in modo tale da poter tornare con una raccomandazione su come procedere, ha detto Blackwell-Thompson, dicendo che non è stata presa alcuna decisione sulla necessità di un’altra prova di lancio. Mike Sarafin, responsabile della missione Artemis alla NASA, è intervenuto, dicendo che i team esamineranno “i rischi di non eseguire un altro test”.

Sono un tipo che fa la pratica perfetta, quindi il mio la sensazione è che la NASA dovrebbe eseguire un quinto test. SLS verrà posizionato come un veicolo da lavoro per i prossimi dieci o due anni, quindi un altro test non sembra un grosso problema, soprattutto considerando che il razzo è ancora sulla rampa di lancio e perché solo alcuni dettagli finali devono essere appianati . Diverse finestre di lancio di Artemis rimangono disponibili per la NASA, comprese opportunità a fine agosto e fine settembre. I funzionari della NASA hanno detto che stanno cercando di incontrare la stampa alla fine di questa settimana, quindi potremmo apprendere la risposta in breve tempo.

Di più: Il test per manovrare la ISS con la navicella spaziale Cygnus non è andato come previsto.

About the author

admin

Leave a Comment