Entertainment

‘SM. Marvel’ Stars on Representation, Modifiche ai poteri di Kamala

Written by admin

Signora Marvel star Iman Vellani, che ha interpretato il ruolo dell’eroe titolare quando era più giovaneora si ritrova a vivere il suo sogno d’infanzia.

“Sogno costantemente”, dice a TVLine. “È l’unica cosa che ho sempre desiderato nella vita, e ce l’ho ora, e non so cosa fare di me stesso”.

La serie Disney+ segue Kamala Khan, un’adolescente fantasiosa ossessionata da Captain Marvel che si ritrova improvvisamente con dei superpoteri. Per Vellani, il viaggio inaspettato di Kamala è parallelo al suo.

“Kamala ed io abbiamo intrapreso un viaggio molto simile”, spiega l’attrice. “Lei che ha ottenuto i suoi poteri e me che ho ottenuto questa parte sono andati sicuramente di pari passo, e solo l’intero viaggio alla scoperta di sé stessi, all’identità e alla riconnessione con le proprie radici. Ho sperimentato così tanto e ho imparato così tanto solo filmando lo spettacolo.

Prima del primo episodio, che uscirà mercoledì, TVLine ha contattato il cast e la troupe per discutere di cosa aspettarsi nei prossimi episodi e cosa significasse avere a bordo un cast e una troupe prevalentemente dell’Asia meridionale.

La signora Marvel su Disney+Sulla rappresentanza dell’Asia meridionale in Signora Marvel

IMAN VELLANI (KAMALA KHAN/MS. MARVEL) | Mi sono sentito disconnesso dalla mia cultura crescendo. Ero davvero sprezzante riguardo alle mie radici pakistane e all’essere musulmano. Semplicemente non pensavo che fosse bello perché ero così ossessionato e innamorato dalla cultura pop americana e da Hollywood, e queste due cose non sono mai andate di pari passo. Non mi piacevano i film di Bollywood che stavo guardando mentre crescevo, e pensavo solo che fosse così imbarazzante. E ora, eccomi qui a Hollywood, a lavorare con un pazzo [number] di donne e persone di colore, musulmani e asiatici del sud, e sono così in contatto con la loro cultura. Mi ha fatto davvero apprezzare questo e vedere la bellezza e vedere come queste persone sono così fantastiche, e possono essere in contatto con la loro cultura e possono avere i lavori più grandi del mondo. Posso fare anche questo.

MEERA MENON (DIRETTORE) | Non ero preparato per quanto sarebbe stato significativo lavorare con un cast tutto sud-asiatico e raccontare una storia che sembrava così simile non solo alla mia storia, ma alla storia di così tante persone… Solo essere preso tra due set — l’aspettativa che è impostata per te e la cosa che vuoi davvero fare – è qualcosa a cui mi sono relazionato, e penso che sia la cosa con cui la maggior parte delle persone può relazionarsi… avere a che fare con una grande immaginazione attiva in un mondo che racconta tu che, “Beh, non è realistico”.

SANA AMANAT (SCRITTORE/PRODUTTORE) | C’era una scorciatoia nel modo in cui stavamo comunicando tra di noi. È stato molto facile. Possiamo essere molto onesti e franchi l’uno con l’altro e proprio come: “Ha senso? Sarà controverso o no?” Penso che la stenografia sia qualcosa che ha davvero aiutato a rendere l’intero processo molto più fluido e molto più divertente perché abbiamo potuto inserire della musica casuale dell’Asia meridionale che solo alcuni di noi conoscevano e in cui siamo entrati e di cui siamo molto entusiasti. Sicuramente ha aiutato tutte quelle voci diverse a portare in tavola le proprie esperienze autentiche.

Cambiare il modo in cui i poteri di Kamala appaiono nello show rispetto ai fumetti…

ADIL EL ARBI (PE/REG.) | Kevin [Feige] voleva fare un adattamento dei poteri, non una traduzione letterale dei fumetti, e i produttori stavano anche cercando il suo posto nel più ampio MCU, collegato ad altri film e potenzialmente ad altri programmi TV. Nella sceneggiatura, era descritto solo come “luce dura”, quindi l’abbiamo sviluppato insieme ai produttori e al team degli effetti visivi. Ci piacevano molto i poteri del fumetto, quindi volevamo comunque avere un riferimento ad esso. Ecco perché esiste una versione delle mani ambigue, solo così è con quell’effetto di luce che vedi nel pilot. Hai ancora il corpo che cambia, che è anche la storia di adolescenti i cui corpi stanno cambiando. Hai le stesse idee del fumetto. Forse c’è una variante di Kamala Khan nel multiverso che ha esattamente gli stessi poteri. Chi lo sa?

MENONE | Nell’episodio 2, abbiamo giocato con idee diverse perché non eravamo sicuri di dove saremmo atterrati. Dal momento che l’episodio 2 è incentrato principalmente sul suo modo di capirlo, ci è sembrato l’approccio giusto, che stavamo solo per provare un sacco di cose, come farle sparare la mano e fare tutti i tipi di gesti diversi in diverse direzioni e inciampare sopra le cose e schiaffeggiando Bruno in faccia con esso… provando tutte queste cose diverse per raccogliere solo materiale con cui poter raccontare quella storia di una ragazza che cerca di capire questa cosa, perché stavamo cercando di capirlo.

La signora Marvel su Disney+Sul rapporto di Kamala con la sua famiglia…

MOHAN KAPUR (YUSUF KHAN) | [Yusuf] è tutto per tutto ciò che vuole. Muneeba è quello che mette in carreggiata padre e figlia. Adora solo la sua famiglia, e soprattutto Kamala perché è la seconda figlia che è successa dopo un lungo divario — Aamir è stato il primo [child].

ZENOBIA SHROFF (MUNEEBA KHAN) | Penso [Muneeba is] proteggendola da molte cose. La sta proteggendo da se stessa. Muneeba pensa di essere troppo in questo mondo fantastico, ma poi la sta proteggendo da altre cose di cui non posso parlarti.

SAAGAR SHAIKH (AAMIR KHAN) | Kamala è decisamente molto più intelligente di Aamir, ma Aamir non ci crede. Aamir pensa: “Ehi, sono più vecchio, quindi sono più intelligente”. È molto più distaccato, e Kamala è davvero acuta, quindi sa come interpretarlo. Sa come dirgli una cosa e sa in cosa crederà. Si preoccupa per lei [and] vuole proteggerla, ma non ha bisogno della protezione. Gli farà credere che sta facendo il suo lavoro mentre gira dalla porta sul retro e fa quello che voleva fare.

Sulla relazione di Kamala con i suoi amici…

YASMEEN FLETCHER (NAKIA) | Essere in grado di interpretare un personaggio così forte e vocale [like Nakia] chi è supponente, non ha paura di dirlo ed essere sarcastico e curiosare con i suoi amici ed essere super sicuro di chi è è così importante per Kamala da vedere nel suo viaggio e sentirsi più a suo agio con se stessa. Ma anche, si spera, così tanti giovani spettatori riescano a vedere una ragazza così giovane sentirsi forte e sicura di sé e sicura di sé e del modo in cui si presenta. [It’s] davvero un onore, ma è estremamente importante e qualcosa che vorrei aver visto crescere.

MATT LINTZ (BRUNO) | [Bruno is] un genio: molto intelligente, con un QI alto e vive sopra Circle Q. Ha il suo posticino. Non è il posto più bello. Ha un letto estraibile con probabilmente non i cuscini più morbidi, ma ha un banco da lavoro dove sta lavorando su delle cose. È un inventore. Ama fare quel tipo di cose e qualsiasi cosa per aiutare le persone che ama.

RISH SHAH (KAMRAN) | È sicuramente il nuovo ragazzo in città e sconvolge immediatamente tutte le dinamiche e le relazioni che lo riguardano [Kamala] ha già. Con Bruno, per esempio, quando lei dovrebbe concentrarsi sulla sua formazione, e lui entra e si mette d’accordo con Kamala. Possono relazionarsi a un livello che lei non aveva prima con altre persone quando si tratta di condividere la sua cultura ed essere in grado di cambiare codice con lui e parlare dei film di Bollywood… C’è del mistero in lui. Dovremo aspettare e vedere dove andrà da lì.

Non vedi l’ora Signora Marvel? Cosa speri di vedere nello spettacolo? Suona nei commenti qui sotto.

About the author

admin

Leave a Comment