Zach McKinstry e Tyler Anderson superano i Mets ai Dodgers

Entrando questo fine settimana, Zach McKinstry aveva fatto quattro viaggi da e per Oklahoma City in questa stagione, ma solo un viaggio al piatto in una partita di big league.

Mentre veniva rimescolato avanti e indietro dal DodgersAffiliato alla tripla A, il giocatore di utilità di solito era stato necessario a loro solo come un corpo caldo in panchina, restando in giro per un paio di giorni prima di essere restituito alle minori una volta che la squadra aveva capito i piani di roster a lungo termine.

Venerdì, tuttavia, i Dodgers erano a corto di alternative.

Un giorno dopo l’annuncio Kevin Pillar aveva subito una frattura alla spalla sinistraha messo la squadra Edwin Ríos nell’elenco degli infortunati con uno strappo al tendine del ginocchio destro. Eddy Alvarez è stato convocato ma è arrivato allo stadio solo poco prima del primo lancio.

Con i New York Mets che iniziavano con la curva a destra Chris Bassitt sul tumulo, McKinstry era l’unico battitore mancino rimasto nella clubhouse dei Dodgers. Lo hanno nominato battitore designato e lo hanno messo all’ottavo posto nell’ordine di battuta.

Poi, nel quarto inning, hanno visto un pubblico tutto esaurito di 52.505 esordire in festa mentre segnava un fuoricampo da due punti nel padiglione del campo destro, un colpo chiave in una partita che i Dodgers hanno continuato vincere 6-1.

“È una bella sensazione essere tornato”, ha detto un sorridente McKinstry dopo la partita. “È un grande passo avanti”.

L’esplosione di McKinstry non è stata l’unica esibizione eccezionale venerdì sera.

Il titolare dei Dodgers Tyler Anderson ha fatto il sollevamento più pesante, estendendo la sua serie di inning senza reti nell’ultimo mese a 26 segnando altri sei zeri contro il secondo club con il punteggio più alto nelle major league.

Il lanciatore titolare dei Dodgers Tyler Anderson consegna durante il primo inning contro i Mets.

Il lanciatore titolare dei Dodgers Tyler Anderson consegna durante il primo inning contro i Mets.

(John McCoy/Associated Press)

“Ti guardi indietro e lui ha tutti quegli inning senza reti”, manager Dave Roberts ha detto, “ma fa un buon lavoro nel rimanere nel momento”.

Appoggiandosi ancora una volta pesantemente su un cambio che Roberts ha scherzato ha caratteristiche “paracadute, Bugs Bunny”, il mancino ha rinunciato a soli tre colpi, non ha emesso una sola camminata e ne ha eliminati cinque mentre riempiva ancora una volta la zona con colpi al 57 di 81 piazzole.

“Stiamo facendo un buon lavoro per andare avanti e pianificare il gioco”, ha detto Anderson.

Cody Bellinger e Chris Taylor hanno segnato il loro sesto fuoricampo e Trea Turner ha esteso la sua serie di vittorie a 26 partite andando due su quattro con un RBI. Nel mezzo di una notte di orgoglio in cui i Dodgers hanno indossato per la prima volta nella storia del club cappellini con loghi arcobaleno, hanno anche riconosciuto la famiglia del compianto Glenn Burke, un ex Dodger diventato Il primo ex giocatore apertamente gay della MLB — la squadra ha anticipato di una partita i Mets per il miglior record del campionato, migliorando a 35-17.

Di fronte a un’improvvisa ondata di infortuni, i contributi di giocatori di profondità come McKinstry potrebbero essere ciò di cui i Dodgers hanno più bisogno nelle prossime settimane. Mentre Pillar è stato inserito nella lista degli infortunati da 60 giorni venerdì, Roberts ha detto che Ríos mancherà almeno “una manciata di settimane” dopo che “parte del tendine o del muscolo si è staccato dall’osso” nel tendine del ginocchio del slugger mentre stava cercando di battere giovedì sera in doppia partita.

“Sono davvero deluso per Eddy”, ha detto Roberts di Ríos, che aveva ricevuto più tempo di gioco sulla scia di Max Muncyil posizionamento di quest’ultimo nell’elenco degli infortunati la scorsa settimana. “Era iniziato così bene, quindi ora per perdere una manciata di settimane, interrompere la sua stagione, mi dispiace per lui”.

McKinstry ha approfittato dell’occasione, assomigliando più alla sensazione da rookie che ha raggiunto quasi .300 lo scorso aprile rispetto al battitore esitante che è crollato dopo essere tornato da uno sforzo obliquo in estate, lotte che hanno portato McKinstry a essere retrocesso in minore per finire la stagione .

“È diventato un po’ troppo passivo per me”, ha detto Roberts venerdì. “All’inizio era molto dinamico, aggressivo in zona d’attacco. Poi penso che abbia avuto un po’ di calma. E molte volte quando i ragazzi iniziano a lottare, diventano passivi”.

Justin Turner, a sinistra, saluta il compagno di squadra dei Dodgers Cody Bellinger dopo che Bellinger ha segnato un homer di due run e secondo inning il 3 giugno 2022.

Justin Turner, a sinistra, saluta il compagno di squadra dei Dodgers Cody Bellinger dopo che Bellinger ha colpito un homer di due run al secondo inning.

(John McCoy/Associated Press)

McKinstry si è ripreso in questa stagione con un ottimo inizio in tripla A, uno dei numerosi battitori di Oklahoma City che ha fatto oscillare una mazza calda negli ultimi tempi.

È quel gruppo – che oltre ad Alvarez include i veterani Jake Lamb, Stefen Romero, Jason Martin e Andy Burns, così come i potenziali clienti Miguel Vargas e Michael Busch – che ha dato a Roberts la fiducia che venerdì i Dodgers avrebbero potuto resistere alla loro ritrovata incertezza sul roster.

Aggiornamento sull’infortunio di Blake Treinen

Blake Treinen ha giocato venerdì pomeriggio per la prima volta da quando si è infortunato alla spalla ad aprile. È stata una sessione leggera – Treinen non era nemmeno vicino al 100% di intensità e ha lanciato solo per circa cinque minuti – ma il destro ha detto che si sentiva bene in seguito e inizierà a lanciare più regolarmente mentre continua il suo recupero.

Leave a Reply

Your email address will not be published.